Conrad Murray insiste: “Jackson è responsabile della sua morte”

Il medico avrebbe intenzione di chiedere al giudice il dimezzamento della cifra chiesta dai familiari del cantante, circa 1 milione di dollari, come risarcimento pecuniario

di Valeria Scotti 11 gennaio 2012 8:29

La morte di Michael Jackson non è un caso chiuso. Il dottor Conrad Murray, colpevole di omicidio colposo per la morte del Re del pop e condannato a quattro anni di reclusione, avrebbe infatti intenzione di chiedere al giudice il dimezzamento della cifra chiesta dai familiari del cantante, circa 1 milione di dollari, come risarcimento pecuniario.

La sua tesi è la seguente: Jackson è in parte responsabile per la sua morte. Insomma, Michael si sarebbe infatti autosomministrato la dose fatale di Propofol.

I fan di Jackson intanto, ricordiamo, hanno deciso di unirsi in un’associazione – la Michael Jackson Community – e di denunciare Murray per pregiudizio affettivo. Appuntamento in aula il prossimo 11 aprile ad Orleans, in Francia.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti