Michael Jackson, il letto in cui è morto non andrà all’asta

Il capo della casa d’aste Julien, Darren Julien, si è affrettato a smentire la notizia. Saranno venduti solo mobili antichi, quadri,vestiti, veicoli e cimeli appartenuti al defunto Re del Pop

di Valeria Scotti 17 novembre 2011 13:03

La notizia lanciata nei giorni scorsi aveva fatto rabbrividire: all’asta il letto dove il 25 giugno 2011 morì Michael Jackson e per cui è stato condannato recentemente il medico Conrad Murray. Il 17 dicembre, infatti, verranno battuti mobili antichi, quadri,vestiti, veicoli e cimeli appartenuti al defunto Re del Pop.

Per fortuna il capo della casa d’aste Julien, Darren Julien, si è affrettato a dichiarare che il materasso e la testata del letto non saranno messi in vendita. Il motivo?

Jackson ha svolto un ruolo importante nella storia della Aste di Julien e noi non faremmo mai nulla che non sia nel miglior interesse dei figli di Michael, e la madre. Siamo sempre pronti ad onorare tali richieste.

Suvvia, un po’ di rispetto…

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti