Bob Marley, la leggenda arriva al cinema

Dopo 31 anni dalla sua morte la leggenda di Bob Marley continua a far parlare di se, tra reggae, politica e marijuana.

di Simona Torrettelli 12 giugno 2012 13:57

In arrivo nelle sale cinematografiche italiane direttamente dal Festival di Berlino il film che ripercorrerà la vita e la leggenda di un altro grande della musica mondiale, il cantante Bob Marley. La sua musica e il personaggio di Bob Marley hanno accompagnato intere generazioni di giovani resistendo fino ad oggi, 31 anni dopo la morte dell’artista.

Il personaggio di Bob Marley ci riporta al reggae e alla cultura della ganja, ovvero la marijuana, all’impegno politico che contraddistingueva questo personaggio da vivo e continua ad accompagnare la sua memoria anche da morto. Il film arriva direttamente dal Festival di Berlino e si intitola “Marley” del regista Kevin MacDonald. Si tratta di un documentario autorizzato dalla famiglia Marley che ripercorre tutta l’esperienza del cantautore reggae.

Il film, distribuito da Lucky Red in collaborazione con la distributrice Open Sky, arriverà in più di cento sale cinematografiche italiane il giorno 26 giugno prossimo. E’ proprio il regista, già vincitore dell’Oscar del 1999 per il precedente documentario “Un giorno a settembre”, a commentare l’uscita: “Dire ciò che ha reso Bob un’icona è probabilmente impossibile. Ma certamente gli spettatori sentiranno di conoscerlo meglio dopo aver visto questo documentario“.

Come coproduttore del film, insieme a Chris Blackwell e Steve Bing anche il figlio Ziggy Marley, il quale commenta: “Conoscevamo Kevin come un acclamato documentarista, ma quello che è stato più importante per noi è stata la sua passione e il suo interesse per mio padre come persona e come musicista“. Il film, oltre alle scene di repertorio, è ricco anche di numerosi approfondimenti ed inediti, forniti dalla famiglia di Marley. Tutta la famiglia ha contribuito ad arricchire il documentario con ricordi e pensieri, la moglie Rita, i figli e i colleghi.

Il progetto del documentario è nato in onore della celebrazione del sessantesimo compleanno di Marley in Etiopia, racconta il regista. E il risultato è stato dei migliori secondo le prime indiscrezioni. La frase cult di tutto il film è quella pronunciata dallo stesso Bob Marley, riferendosi alla sua situazione di essere di sangue misto, con madre giamaicana e padre britannico: “Io non ho pregiudizi contro me stesso. Mio padre era bianco e mia madre era nera. Mi chiamano mezza-casta, o qualcosa del genere. Ma io non parteggio per nessuno, né per l’uomo bianco né per l’uomo nero. Io sto dalla parte di Dio, colui che mi ha creato e che ha fatto in modo che io venissi generato sia dal nero che dal bianco“.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti