La casa di “Mamma ho perso l’aereo” ha dei nuovi proprietari

Svenduta la casa di "Mamma ho perso l'aereo" a dei proprietari anonimi.

di Silvia Massimiani 9 marzo 2012 15:58
Macaulay Culkin

Era il lontano 1990 quando un film formato famiglia veniva lanciato, sbancando i botteghini di tutto il mondo e diventando un cult del periodo natalizio. Ed ora, a distanza di più di vent’anni la leggendaria casa nel quale si erano svolte le avventure del piccolo Kevin McCallister (interpretato dal bambino prodigio Macaulay Culkin, reso celebre e lanciato dal ruolo), è stata venduta, o meglio “svenduta” visto il prezzo finale pagato dai compratori, i quali sono per il momento anonimi.

Appartenuta fino a un anno fa a John e Cynthia Abednshien, acquistata da loro nel lontano 1988 al prezzo di 875,000 dollari, è stata la location principale nella quale venne girato il film che vedeva come protagonista il piccolo Kevin, che per una serie di sfortunate circostanze, si era ritrovato da solo a casa durante le vacanze natalizie, mentre la sua famiglia, bloccata dall’altra parte del mondo, tentava di tornare a recuperarlo. Lo sfortunato bambino, dopo aver trascorso i primi giorni conducendo una vita non del tutto sana, fatta di caramelle, cioccolato e film vietati per l’alto tasso di violenza, se la dovette vedere con due maldestri scassinatori decisi a derubare la casa di tutte le sue ricchezze.

Circa un anno fa l’abitazione dell’Illinois, che sorgeva in un sobborgo Chicago, venne messa in vendita. A detta del capofamiglia non aveva bei ricordi del periodo delle riprese, a causa di modifiche non volute all’interno della casa ma soprattutto all’assenza di privacy che da quel giorno in avanti, avrebbero accompagnato lui e la sua famiglia. Decisero così poco più di un’anno fa di metterla in vendita con un prezzo di partenza di due milioni e mezzo di dollari (ricordiamo che l’abitazione ha a disposizione quattro camere da letto e cinque bagni). Purtroppo il prezzo finale fu di circa un milione sotto le loro previsioni, cedendo il loro pezzo di storia cinematografico per un milione e 585,000 dollari.

17 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti