George Clooney si sposa? La sorella smentisce

Dopo circa un anno di relazione con Stacy, la sorella di Clooney, Adelia, solleva dei dubbi sulla possibilità che l'attore si risposi un'altra volta.

di Simona Torrettelli 5 novembre 2012 15:26

Sembra proprio che nemmeno la bella ex wrestler Stacy Keibler sia la donna destinata a far capitolare il bel George Clooney. A darne la notizia è proprio Adelia Zeidler, sorella dell’attore, la quale sostiene che George abbia a cuore soltanto la sua carriera e se ne infischierebbe di tutto il resto. Queste sono le parole di Adelia: “George non si risposerà mai, non credo”, che non lasciano molto sperare chi lo vorrebbe vedere salire di nuovo i gradini di un’altare.

La sorella di Clooney liquida così l’argomento che recentemente ha fatto molto parlare tutte le riviste di gossip. Secondo il suo parere George, dopo essere stato sposato per 4 anni con Talia Balsam, difficilmente proverà una seconda volta a ricostruirsi una famiglia. Secondo la sorella maggiore di Clooney, la storia con Stacy non lo porterà al matrimonio: “Mio fratello si è messo in testa di dover per forza scegliere fra la carriera e la famiglia. Si è prefissato degli obiettivi e ha lavorato duro per raggiungerli. E mi sembra molto felice della vita che si è costruito”.

Ma cosa ne pensa Adelia Zeidler dell’attuale fidanzata di suo fratello? Secondo il suo punto di vista è “molto carina”, ma allo stesso tempo ammette che durante i colloqui con George, l’argomento raramente verte su queste questioni. I loro dialoghi sono perlopiù chiacchierate su questioni irrilevanti.

Peccanto che negli anni la proverbiale allergia di Clooney ad accasarsi sia stata scambiata per una presunta omosessualità. Ma il divo sembra infischiarsene, visto che ha accumulato una fila di fidanzate tra le più belle e famose di Hollywood e sembra del tutto indiffirente al pettegolezzo: “Trovo molto divertente che la gente se lo chieda, ma l’ultima cosa che mi vedrete mai fare è mettermi a gridare indignato “Sono tutte balle!”. Non sarebbe giusto, anzi sarebbe veramente poco carino nei confronti dei cari amici che ho nella comunità gay. Non farò nulla che faccia apparire l’essere omossìessuale una cosa negativa. La mia vita privata è, appunto, privata, e mi piace molto. A chi nuoce che qualcuno mi pensi gay? Quando sarò morto, ci sarà ancora chi lo penserà. Beh, non me ne frega niente”.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti