Russell Brand, un passante lo accusa di lesioni personali

L'attore e cantante britannico deve affrontare nuovamente il giudizio della Corte. Questa volta è accusato di investimento da parte di un pedone.

di Simona Torrettelli 2 novembre 2012 12:50

Guai per il divo americano Russell Brand, che citato in giudizio da un passante dovrà risarcire quasi 20mila euro al suo querelante per lesioni personali, danni alla proprietà e spese ospedaliere. Stando alle indiscrezioni sembra che Russell Brand sia stato citato in giudizio per aver investito un passante all’inizio di quest’anno.

Il fatto sarebbe avvenuto a Los Angeles e secondo il sito Tmz, Brand ha di fronte l’accusa di Victor Sneed,  che accusa la star 37enne di essere stato investito con la macchina a causa della sua ‘guida pericolosa’.

Il danneggiato dichiara che a gennaio del 2012, a seguito dell’investimento, ha subito lesioni personali, danni alla proprietà, perdita di denaro e spese per il ricovero in ospedale. A giudicare sulla questione è intervenuta la Corte Superiore di Los Angeles, la quale ha ritenuto Brand colpevole e lo ha condannato al risarcimento di 19350 euro alla parte lesa.

Russel Brand, che non ha ancora rilasciato alcun commento sulla decisione del Tribunale, in passato era già stato citato in giudizio. Come a marzo del 2012, quando era stato accusato da un fotografo di avergli rubato l’iPhone e di aver lanciato l’oggetto contro la finestra di un palazzo per le strade di New Orleans. Le porte della prigione non si sono aperte allore per Russel Brand grazie al pagamento di 390 euro di spese legali e prestando servizio civile per 20 ore.

Questa volta, oltre ad un lauto risarcimento, Russell forse sarà costretto a rinunciare per un determinato lasso di tempo anche alla sua patente di guida. Il punto debole del 37enne autore di “non mi scaricare” sembra proprio essere la gestione e l’autocontrollo della rabbia. Anche la sua ex Katy Perry recentemente sembra aver interrotto qualsiasi comunicazione con Brand. A non parlarsi più sarebbero addirittura i rispettivi addetti alle pubbliche relazioni. Entrambi hanno partecipato all’apertura della stagione dei Los Angeles Lakers ma, seduti ai lati opposti del campo di basket, sembra che non abbiano interagito per niente.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti