Sandra Bullock: “La maternità mi rende una donna migliore”

Sandra Bullock parla di quanto l'amore per il suo piccolo Louis la aiuti ogni giorno a superare le avversità della vita.

di Giorgia Martino 8 giugno 2012 17:29

Sandra Bullock due anni fa ha affrontato una serie di cambiamenti nella sua vita, dal divorzio con l’ex marito Jesse James, in seguito ad un tradimento di lui, all’adozione del piccolo Louis. Nonostante il brutto colpo dovuto al tradimento e alla successiva separazione, è stato proprio il suo piccolo a donarle un sorriso e ad insegnarle tanto. Lei stessa ammette che la maternità l’ha resa una donna migliore, e che il bambino le ha dato la forza di affrontare la morte della sua cara madre:

Mio figlio, per quanto piccolino, sta già avendo un effetto positivo su di me. Prima era mia madre ad aiutarmi a tirare fuori il meglio di me stessa. Da quando non c’è più, fatico a dare il massimo. Ma ci provo ogni santo giorno. E Louis mi aiuta tanto.

Ha superato dunque i momenti negativi grazie a semplici ingredienti, che lei stessa spiega di avere:

Il senso dell’umorismo, il fatto di saper ridere delle avversità della vita, di saper distinguere tra ciò che è davvero importante e quello che non lo è. Inoltre, mi aiuta il fatto di essere una donna solida: essendo una maniaca del controllo, che non sopporta di non essere sempre lucida, bevo pochissimo, non ho mai fatto uso di droghe in vita mia e vado in palestra tutti i giorni. Mi conforta avere tanti cari amici intorno a me e, soprattutto, mi fa sentire felice svegliarmi ogni mattina accanto a mio figlio. E se lui piagnucola in piena notte, scatto su e lo porto a letto con me. È una sensazione meravigliosa. Meglio di qualsiasi uomo.

Sandra Bullock è ancora single, ma dimostra di avere forza da vendere, una forza che ha imparato ad avere dopo tanti dolori e che riesce a gestire da sola: in fondo si sa che bisogna star bene con se stessi per poter stare bene anche con gli altri. E da quello che sembra, la Bullock ci è riuscita a pieni voti.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti