Cecchi Paone, scandalo nel calcio

Parole di fuoco si sono accese dopo la conferenza stampa di Cassano sull'argomento: Omosessuali in nazionale.

di Simona Torrettelli 14 giugno 2012 14:25

Tutto è partito durante la trasmissione La Zanzara, nella quale Alessandro Cecchi Paone era ospite. Ad un certo punto il giornalista, che da qualche tempo ha smesso di nascondere le sue vere preferenze sessuali, ha lanciato la sfida: “In nazionale ci sono due gay, un bisessuale e tre metrosexual“. Il calcio è un ambiente dove il tema dell’omosessualità è ancora oggi un tabù. E la risposta a quella sfida è arrivata durante la conferenza stampa degli azzurri a Euro 2012, dove altri giornalisti hanno preso l’occasione al balzo per rigirare il coltello nella piaga. La domanda, ovviamente, è stata rivolta proprio ad Antonio Cassano: “E’ vero?”.

La reazione di Cassano è stata in un primo momento sorridente, poi a fatica ha messo insieme qualche parola: “Devo dire come la penso? Perchè se lo dico sai che succede, attacchi da tutte le parti…” Qualche minuto di attesa, dopo ha preso la decisione di parlare: “Froci in nazionale? Problemi loro, son froci, problemi loro. Se l’ha detto Cecchi Paone che c’è stato...”

A queste parole è scoppiato letteralmente il caos e i primi commenti non sono tardati ad arrivare, da qualsiasi parte. Parole razziste sono state pronunciate da politici, associazioni gay e non solo se la sono presa con Fantantonio. A quel punto a Cassano non è restata altra possibilità di fare marcia indietro con un comunicato stampa ricco di scuse.

Nel comunicato si legge: “Mi dispiace sinceramente che le mie dichiarazioni abbiano acceso polemiche e proteste tra le associazioni gay: l’omofobia è un sentimento che non mi appartiene. Non volevo offendere nessuno e non voglio assolutamente mettere in discussione la libertà sessuale delle persone. Ho solo detto che è un problema che non mi riguarda e non mi permetto di esprimere giudizi sulle scelte di altri, che vanno tutte rispettate“.

La risposta mediatica alle sagge parole di scusa di Cassano arrivano direttamente da Radio 24. Durante la trasmissione La Zanzara, un ironico Alessandro Cecchi Paone commenta: “Ho avuto una relazione con uno di questa nazionale, e lui mi ha detto chi è l’altro, per questo so che sono due. Prandelli certo che lo sa chi sono gli omosessuali. I tre metrosexual sono Giovinco, Montolivo e Abate. E’ anche un complimento“. Cecchi Paone ha fatto un commento alla poco elegante definizione di “froci” espressa da Cassano: “Siano orgogliosi di dirlo e tranquillizzo Cassano. Venga a pranzo con me che gli spiego che non c’è nessun danno ad avere un gay in squadra“.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti