Chris Martin illumina tutti i braccialetti del suo pubblico.

La trovata per il "Mylo Xyloto Tour" dei Coldplay è stata di un inventore di sex toys. E il palco si illumina di colori fluo in un'atmosfera da fiaba.

di Giorgia Martino 29 maggio 2012 9:21
Chris_Martin

La trovata dei Coldplay è stata “magica” stavolta! Si è trattato di un braccialetto luminoso che è stato distribuito all’entrata di ogni concerto del tour europeo del gruppo. Questi braccialetti sono di colori diversi ma uguali fra loro, ma non sono i soliti gadget presi prima di uno spettacolo: in questo caso la trovata è andata molto oltre! In realtà coloro che si ritrovavano il braccialetto al polso non sapevano cosa sarebbe successo. Semplicemente venivano invitati all’entrata dalla security ad indossarlo e, qualche minuto prima del concerto, vedevano scritto ad intermittenza sui maxischermi: “per cortesia, mettetevi il braccialetto, fa parte dello spettacolo. Durante il concerto si accenderà automaticamente”.

Ad un certo punto, sulle note di “Mylo Xyloto“, tutti i braccialetti si illuminano contemporaneamente, facendo diventare il concerto dei gruppo inglese un arcobaleno di colori fluo bianchi, verdi, rosa, azzurri e gialli.

I braccialetti sono stati un’idea di un loro fan che l’estate 2011, al Festival di Glastonbury, ha proposto ai Coldplay di realizzarli per il “Mylo Xyloto Tour”. Si tratterebbe di Jason Regler, un inventore di sex toys. Diciamo pure che, considerando la fantasia della trovata, non poteva essere altrimenti!

L’unico “problema” per i Coldplay è che ci stanno rimettendo molto economicamente per questo regalo che fanno al loro pubblico: per quanto sia un gadget ad effetto e che rende unici i loro concerti, è comunque un oggetto che non viene restituito alla security, anche perché non potrebbe essere riciclato considerando che non sarebbe assolutamente igienico.

Afferma Chris Martin, leader dei Coldplay:

Essendo di ‘seconda mano’ avremmo dovuto sterilizzarli per evitare che i fan potessero prendersi qualche malattia, come l’herpes. E avremmo poi rischiato qualche denuncia. Stiamo cercando di capire come non adare falliti. È un po’ autocelebrativo, ma ci piace da impazzire vedere lo stadio che si illumina ad intermittenza. È comunque una tecnologia ancora molto sperimentale.

Non crediamo che i Coldplay andranno sul lastrico per questa trovata. Al massimo rischieranno di essere copiati, ma questo non può che dar loro onore.

14 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti