Michelle Hunziker accusa la Minetti e difende le veline

In un'intervista a "Chi" Michelle Hunziker offre il suo supporto morale alle contestate veline. Basterà a placare gli animi?

di Giorgia Martino 3 ottobre 2012 20:26

La sfilata della Minetti continua a far parlare, e stavolta Michelle Hunziker, la bionda conduttrice di “Striscia la Notizia” insieme a Ezio Greggio, che dice la sua a tal riguardo, affermando in un’intervista al settimanale Chi:

Non voglio puntare il dito contro di lei, mi dispiace per l’immagine della politica in generale. La Minetti ha deciso di sfilare per una linea di costumi in un momento in cui gli italiani sono stufi dello scompiglio, vogliono punti di riferimento certi. Lei dice ‘non c’è niente di male’, ma se hai una carica in politica rappresenti una figura istituzionale e hai delle responsabilità.

Michelle è stata inoltre intervistata inevitabilmente sulle nuove veline di “Striscia”, ossia Alessia Reato e Giulia Calcaterra, entrate subito nell’occhio del ciclone perché tacciate di essere raccomandate (nel caso della bruna Alessia) e di aver maltrattato un cane (nel caso della bionda Giulia). Secondo Michelle è la loro coscienza che deve parlare, e dichiara:

A meno che non abbiano commesso qualcosa di grave, devono stare serene.

I primi giorni le ho lasciate in pace, devono abituarsi alla novità. Con me sono timide, ma, se mi chiedono consigli, io ci sono. E, se sento odore di discriminazione, scendo in campo. Le ‘veline’ hanno sempre fatto parlare. Ricci dice che sono i media ad averle trasformate in fenomeni sociali. Se non avessero funzionato le avrebbe tolte dopo due anni, invece sono finite pure sull’enciclopedia!

Bisognerà vedere come la pensa il pubblico di “Striscia”, o almeno quello rimasto: non dimentichiamo che, per quanto, come dice la Hunziker, le veline siano sempre state al centro dell’attenzione mediatica, in questo caso ci sono accuse pesanti soprattutto nei confronti di Giulia Calcaterra. Infatti non è stato ancora svelato il mistero della sorte del rottweiler che la velina avrebbe messo in regalo su Facebook ad aprile perché non poteva più occuparsene, e che sarebbe morto a Luglio scorso, non si sa ancora se per cause naturali o per soppressione.

1 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti