Scarlett Johansson, foto hot: condannato chi le diffuse

Oltre alla prigione, l'hacker giudicato colpevole, dovrà affrontare un risarcimento personale per averle sottratto immagini private.

di Simona Torrettelli 28 giugno 2012 17:06

E’ arrivata la condanna per Cristopher Chaney, accusato di aver divulgato in rete delle foto intime di Scarlett Johansson. Chaney, che era stato arrestato lo scorso ottobre, è stato riconosciuto colpevole. Lo stesso hacker si era dichiarato colpevole di nove capi d’accusa ed era stato arrestato al termine di una lunga indagine durata oltre un anno. L’operazione era stata chiamata “operazione hackerazzi”, in riferimento alle due parole “hacker” e “paparazzi”.

La condanna è piuttosto pesante: quasi 6 anni di carcere e un risarcimento di 66mila dollari, che si vanno ad aggiungere agli altri risarcimenti che lo attendono, uno a Christina Aguilera e uno a Mila Kunis, anche loro vittime dell’hacker.

Secondo i documenti depositati alla Corte, a Cristofer Chaney spetterebbero in tutto oltre 150mila dollari di risarcimento. Comunque il processo non si è ancora concluso, la sentenza è stata fissata per il 23 luglio prossimo, solo a quel punto si saprà esattamente l’ammontare della pena e del risarcimento.

Oltre a Scarlett Johansson, sembra che Chaney abbia “rubato” le immagini private di oltre 50 persone dello star system, intrufolandosi illegalmente negli account delle lore mail.

Le foto della Johansson, che lei stessa si scattò e che sostiene fossero destinate al suo ex marito Ryan Reynolds, furono sottratte da Chaney illegalmente e poi pubblicate su internet.

Gli hacker che si intrufolano negli account di posta elettronica possono creare davvero tanti problemi, soprattutto se ad essere inviate o ricevute sono foto di nudo. Queste ultime possono essere rubate e pubblicate illegamente sul web, senza nessuna autorizzazione.

Per quanto riguarda Chaney, il procuratore ritiene piuttosto improbabile che l’hacker sia in grado di pagare un risarcimento tanto salato, sembra molto più probabile che verrà chiesta un allungamento della detenzione, che arriverebbe a 71 mesi.

Scarlett Johansson, comunque, è abbastanza abituata a vedere violata la sua privacy. Non più tardi di aprile la sua immagine era stata pubblicata illegalmente sui volantini di un sexy shop

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti