Barbara D’Urso su Twitter, sciacallaggio sul terremoto in Emilia

Barbara D'Urso sul suo profilo Twitter ha affermato di voler fare una diretta dai posti in cui c'è stato il terremoto. Repliche infuriate dei follower.

di Giorgia Martino 31 maggio 2012 21:55

Di sciacallaggio sul terremoto nella Bassa modenese, purtroppo, se ne sta vedendo tanto, così come parecchi vip sembrano impazziti nel diventare fuori luogo con le loro battute o foto sui social network (vedi le scarpe di Justine Mattera e gli occhiali di Melissa Satta e Boateng).

Non poteva mancare all’appello Barbara D’Urso, il cui cattivo gusto è più sottile e, se possiamo dirlo, “ricercato”, e forse per questo meno perdonabile di quello delle svampite vallette di cui sopra.

Stavolta Barbara D’Urso afferma sul social network Twitter di desiderare una diretta con i terremotati. @carmelitadurso (questo il nome della conduttrice sul social in questione) twitta infatti il 30 maggio alle 9,14:

Oggi avrei voluto fare la diretta da lì… Con la gente… Insieme a loro… Per fargli capire che ci siamo.. ma non è possibile..

Le risposte dei follower non si fanno attendere, e sono taglienti come lame, considerando che le parole della D’Urso sono state recepite colme di un’ipocrisia e di una strumentalizzazione senza fine. C’è ad esempio un certo Gianluca che le risponde:

manchi solo tu a completare le disgrazie di quella gente. Per fortuna queste sono sciagure ancora evitabili.

O ancora c’è un altro follower, di nome Jo, che replica alla conduttrice:

Meglio così, già ce li hanno gli sciacalli!

Sembra insomma che il buonismo di Barbara d’Urso sia avvertito dal pubblico come falso, ostentato e manipolatore di fatti, situazioni e persone.

Già nei giorni scorsi la D’Urso aveva mandato in onda a Pomeriggio Cinque le fotografie private, le immagini della stanzetta e il video della prima comunione di Melissa Bassi, la ragazza sedicenne morta nell’attentato davanti alla scuola di Brindisi. Questo servizio aveva creato non poche polemiche e di accuse meritatissime di vampirismo mediatico. L’unico obiettivo del dolore in diretta tv qual è se non sfruttare le lacrime e la disperazione per fare ascolti? E quegli stessi spettatori, stanchi, alla D’Urso su Twitter gliene hanno cantate come si deve.


1 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti