Vasco Rossi ospite alla Scala, promette bastonate a chi lo definisce malato

Vasco Rossi riappare in pubblico dopo mesi e lo fa alla sua maniera. Il rocker, ospite alla Scala per consegnare delle borse di studio da lui donate, non ha lesinato frecciatine ai giornalisti, rei di aver speculato sulla sua malattia.

di Francesco Giuseppe Ciniglio 29 marzo 2012 20:24
Vasco Rossi ospite alla Scala, dichiara a chi lo definisce malato

Vasco Rossi è tornato più agguerrito che mai. Il rocker è riapparso in pubblico dopo mesi per consegnare delle borse di studio all’Accademia della Scala.

Durante la sua apparizione pubblica, Vasco ha colto l’occasione per sedare le voci che lo vorrebbero malato da lungo tempo, precisando che la sua sarebbe una “convalescenza” e non una malattia.

Vasco Rossi in un primo momento avrebbe  rincarato la dose,  accusando i giornalisti di scrivere bugie sul suo conto pur di far notizia e aumentare le vendite dei propri quotidiani.

Successivamente il cantante avrebbe  stemperato i toni con un pizzico di ironia, arrivando a “minacciare” di bastonate (tra una risata e l’altra) chi si ostinerà a dichiararlo malato.

Per Pier Andrea Chevallard, presidente dell’Accademia della Scala, la presenza di una rockstar del calibro di Vasco Rossi, è un evento da ricordare e un onore per l’intera Accademia.

Le borse di studio che il “Blasco” ha provveduto a consegnare ad alcuni studenti dell’Accademia della Scala, sono frutto di una personale donazione del rocker emiliano, che già in passato si era distinto per iniziative di questo tipo.

Il cantante ha deciso di donare 25,000 euro all’Accademia della Scala, contribuendo in maniera significativa, al proseguimento degli studi di alcuni allievi meritevoli della scuola di ballo.

Malato o convalescente che sia, Vasco Rossi rimane l’artista estemporaneo, verace e generoso che tutti conosciamo.

Che il rocker emiliano abbia accumulato un’immensa fortuna in 30 anni di carriera non è affatto un mistero, ma non tutte le star del suo calibro mettono mano al portafogli senza chieder nulla in cambio.

Quello che ci chiediamo, e se i giornalisti “minacciati” di bastonate da Vasco, risponderanno per le rime, magari accusando il rocker di cercare pubblicità con la donazione dei 25,000 euro all’Accademia della Scala, ascrivendo al “Blasco” l’attuazione di un’astuta mossa di marketing, in attesa di un ritorno sotto i riflettori.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti