Sara Tommasi e le rivelazioni a Le Iene

Non si placa il polverone su Sara Tommasi, mentre 'Le Iene' mostrano un servizio sul set del suo primo film hard, provocando l'indignazione di Marra.

di Giorgia Martino 21 gennaio 2013 9:31

La vicenda targata Sara Tommasi sembra non cessare, il tutto in una brutta storia fra polemiche, accuse, droga e stato mentale evidentemente alterato della ex isolana. Ricordiamo che Sara Tommasi aveva già sollevato non pochi polveroni con determinati gesti estremamente provocatori e troppo spesso fuori luogo, ma il clou è arrivato con i suoi tre film porno che, a detta della showgirl, le sono stati imposti sotto somministrazione di massicce dosi di droga e con minacce varie.

Ieri sera a Le Iene è stato trasmesso il servizio della iena Sabrina Nobile sul set del primo film hard di Sara Tommasi. La Nobile evidenziava in più punti con le sue domande e i suoi sguardi eloquenti come lo stato di Sara non fosse pienamente cosciente. Più volte Sabrina chiedeva alla Tommasi se avesse intenzione di fare realmente quel film, e lei rispondeva di no.

Intanto, però, Alfonso Luigi Marra, ex fidanzato nonché avvocato di Sara Tommasi, nei giorni scorsi ha accusato Le Iene di non aver impedito che Sara facesse il film nonostante il palese stato confusionale della donna. Ha infatti affermato Marra in una nota nel suo sito ufficiale:

Avevo fin qui taciuto perché avevo imputato a un fatto personale di questa tale Sabina Nobile l’orribile, prima che illecito, gesto di starsene lì per tutto il tempo a filmare Sara mentre De Vincenzo, con la cocaina, dapprima la trascinava a iniziare, e poi la spingeva a proseguire, quelle scene.

De Vincenzo ha cominciato a rimpinzare Sara di cocaina già dalle 15 il suo essere preda della droga era palese, e poteva essere rilevato anche dai primi piani (fatti dalle Iene) delle pupille dilatate. Così come era palese a tutti che lei non volesse girare alcun porno.

Per Alfonso Luigi Marra, infatti, Sara Tommasi era convinta che avrebbe fatto solo un po’ di scalpore proprio per la presenza delle troupe de Le Iene e di TgCom.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti