Halle Berry, minacciata di morte, vuole fuggire dagli USA

L'interprete di "Catwoman" vorrebbe abbandonare gli Stati Uniti a causa delle minacce di morte subite da Robert Hoskins, un uomo malato di mente, fuggito la scorsa settimana dall’ospedale psichiatrico nel quale era rinchiuso. Hoskins, l'anno scorso, riuscì ad entrare in casa dell'attrice, spaventandola a morte.

di Simona Vitale 10 febbraio 2012 15:37

Davvero scioccante la rivelazione fatta dalla bellissima attrice Halle Berry. Pare infatti che l’interprete di “Catwoman” tema per la propria vita e voglia abbandonare gli Stati Uniti d’America. L’attrice avrebbe comunicato al giudice della California che ha il fascicolo riguardante la custodia della figlia Nahla, frutto della relazione con il modello franco-canadese Gabriel Aubry. Halle Berry, che ha vinto il premio Oscar nel 20o1 con il film “Monster’s ball” ha raccontato di aver subito diverso minacce di morte da Robert Hoskins, un uomo malato di mente, fuggito la scorsa settimana dall’ospedale psichiatrico nel quale era rinchiuso. Diverse sono state le lettere recapitate da Hoskins alla diva, nelle quali minacciava di puntarle un coltello al collo. Sicuramente le paura dell’attrice non sembrano ingiustificate dal momento che lo scorso anno l’uomo era riuscito ad intrufolarsi nella sua abitazione e spaventarla.

Avvertita la Polizia, l’uomo però era riuscito a dileguarsi e soltanto tre settimane dopo fu possibile arrestarlo. Dopo questa nuova fuga dell’uomo, oggettivamente insano, l’attrice ha troppa paura e vorrebbe trasferirsi a Parigi dove vive l’attore francese Olivier Martinez, suo attuale compagno, nonché suo prossimo sposo.La situazione sarebbe resa poi ancora più esasperata dalla continua presenza di paparazzi e turisti di fronte alla porta di casa della Berry, inserita nella guida per turisti delle residenze delle star. Queste dunque le ragioni per le quali Halle Berry vorrebbe ottenere la custodia della figlia, in moda da portarla al sicuro con sé oltreoceano.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Tags: usa
Commenti