I Tokio Hotel denunciano il loro padre per dichiarazioni ai media

Il padre biologico dei gemelli Kaulitz dei Tokio Hotel rischia il carcere o delle multe se parla dei suoi figli ai media. La denuncia è degli stessi gemelli.

di Giorgia Martino 14 giugno 2012 13:41

Se si dice che tra moglie e marito non bisogna mettere il dito, sembra che la stessa cosa valga per i rapporti tra padre e figli. Ma il dito qui ve lo ha messo la legge, e per volontà dei due gemelli della band tedesca Tokio Hotel i quali hanno denunciato il loro padre. Sembra infatti che Joerg Kaulitz, camionista di 44 anni e padre dei due gemelli della band Bill e Tom Kaulitz (22 anni), avrebbe detto ai giornali di essere preoccupato per lo stile di vita dei suoi figli e per aver affermato che la notorietà e i soldi avevano rovinato la loro famiglia, disgregandola e facendo entrare i suoi ragazzi in depressione. Apriti cielo! I due fratelli non hanno affatto gradito la dichiarazione del genitore e hanno presentato una denuncia al tribunale di Amburgo per impedire a Joerg di parlare ancora di loro ai media.

La preoccupazione del signor Kaulitz è cominciata nel 2010, quando i suoi figli si sono trasferiti a Los Angeles e hanno rotto con lui tutti i rapporti. La reazione di Joerg è tra il risentito e l’incredulo:

Volevo solo che i miei ragazzi a Los Angeles non finissero male e questo l’ho dichiarato ad alta voce. Farò appello contro questa sentenza poiché non è così che si tratta un padre. Sono profondamente deluso dai miei figli, che non mi hanno più fatto nemmeno una telefonata. L’unica cosa che desidero è che tra noi tutto torni come prima.

Le dichiarazioni sono state fatte al giornale tedesco Bild, e sono state lo sfogo di un padre che non vede i propri figli da tantissimo tempo e che si è visto intimare dal giudice di non parlare più dei gemelli Kaulitz in pubblico se non vuole rischiare delle multe o addirittura il carcere.

Una curiosità in tutta questa vicenda è che ci è andato di mezzo ingiustamente anche Gordon Trumper, il patrigno di Bill e Tom Kaulitz nonché musicista con profili Twitter e Youtube: dopo le dichiarazioni di Joerg Kaulitz, Trumper è stato infatti costretto a chiudere i suoi account perché i fan dei Tokyo Hotel discutevano del litigio-gossip sotto ai video della sua musica, togliendo loro attenzione.

Per un po’ di riservatezza che Joerg non seppe dimostrare a suo tempo… quanto rumore per nulla!

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti