Terremoto in Emilia: Vasco dice no al concerto di beneficenza

Vasco non crede che sia questa la strada giusta

di Nadia Napolitano 5 giugno 2012 15:08

Vasco Rossi, intervenuto come sempre in questo periodo sulle pagine di Facebook, fa sapere che non parteciperà al concerto benefico a favore delle vittime del terremoto in Emilia. L’evento, fortemente voluto ed organizzato da Beppe Carletti dei Nomadi, è previsto per lunedì 25 giugno, presso lo stadio Dall’Ara di Bologna.

Una mazzata tra capo e collo questa gentilmente offerta dal rocker di Zocca: il pensiero che l’artista potesse esibirsi fianco a fianco con lo storico rivale Luciano Ligabue già accapponava la pelle ai tantissimi fan sparsi su tutto il territorio nazionale. Ma il Kom sembra aver categoricamente rifiutato perchè per niente convinto dello specifico metodo per fare beneficenza. Anticostituzionale fino all’osso, Vasco esprime la sua brevemente:

No. Non parteciperò a nessun concerto di beneficenza. Non amo quel modo di farla, poco costoso e poco faticoso“.

Più chiaro di così non si può: l’artista non ha alcuna intenzione di aderire all’iniziativa, pur ribadendo di non disdegnarla in toto, e di rispettare chiunque deciderà di prendervi parte:

Certo rispetto chi la fa, ci crede ed è sincero. Ma io penso che la beneficenza si debba fare tirando fuori i soldi dal proprio portafoglio, senza troppo spettacolo e pubblicità“.

Delusi i fan che già pregustavano il gran ritorno del loro idolo in una cornice che si prospetta di grandissimo livello. Ad ogni modo, gli organizzatori non demordono. Il concerto si farà con o senza Vasco, questa è cosa assolutamente certa. Tanti i grandi nomi che calcheranno il mega palco allestito per l’occasione: da Laura Pausini a Nek, passando per Gianni Morandi, Samuele Bersani, Francesco Guccini, i Nomadi e, presumibilmente, Luciano Ligabue.

La notizia verrà comunicata ufficialmente nella giornata di domani, mercoledì 6 giugno, a margine di una conferenza stampa straordinaria, cui prenderà parte Vasco Errani, presidente della Regione Emilia Romagna, Giancarlo Leone, direttore di Rai Intrattenimento, e Franco Gabrielli, capo della Protezione Civile. Non ci resta che aspettare.

Oltre 600 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti